Gclub Logo

GClub è la tua palestra a Vimercate!

Vieni a trovarci! ad aspettarti troverai sale fitness, piscina, spa e un beauty center per prenderti cura di te.

In forma, divertendosi!
Passione, professionalità e tecnologia GClub.

039 668461 Via Torri Bianche, 22 – Vimercate (MB) 20871 LUN – VEN: dalle 6.00 alle 22.00 SAB – DOM: dalle 8.00 alle 18.00

Seguici sui nostri social

La solidità dell’efficienza fisica. La base della piramide – Riccardo Redina P.T.

Mi è sempre piaciuto il concetto di piramide: una base principale solida e robusta su cui appoggiano vari strati in ordine decrescente fino ad arrivare a una punta piccola e brillante che rappresenta la finezza, la ciliegina sulla torta.
Per quanto riguarda il settore di cui mi occupo, il fitness, la piramide contiene al suo interno molti argomenti differenti: dalla postura all’integrazione, passando per le tecniche di allenamento e le strategie alimentari.

Oggi voglio portarvi all’interno di questa piramide entrando dalla porta principale che si trova, ovviamente, alla base.

Varcando l’ingresso ci troviamo in una enorme stanza le cui pareti sono composte da tutto l’insieme dei principali punti che portano la persona ad avere una struttura corporea efficiente. Cosa intendo per efficiente? Avere una buona qualità di massa magra, poca percentuale di massa grassa, assenza di dolori muscolari e articolari, riuscire a salire le scale senza affanno, essere in grado di sollevare una scatola pesante.
Seppur diversi tra loro, i punti su cui bisogna concentrarsi per ottenere un corpo efficiente sono caratterizzati da un fattore comune: la semplicità. La semplicità di non dover sovraccaricarsi di esercizi e di non dover seguire diete restrittive. La semplicità di fare poche cose ma fatte bene.

Ecco il mio consiglio, la mia visione della base della piramide:

Partiamo dagli esercizi: la base è il movimento.
Specialmente in questo periodo di smart working dove è aumentata la sedentarietà il movimento è fondamentale.
Quindi dare maggior spazio agli esercizi che coinvolgono molti distretti muscolari, noi pt li chiamiamo multiarticolari. Pochi esercizi, molti muscoli che lavorano.
Allenamenti total body per iniziare, cioè allenare tutto il corpo durante la sessione.
Anche l’esercizio aerobico è molto importante. Su quale scegliere ci sono diversi fattori da tenere in considerazione. Ma ricordo che stiamo parlando di base, quindi semplicemente consiglio di scegliere l’esercizio preferito, che si tratti di camminata veloce, corsa, bici, vogatore, ce ne sono tantissimi tra cui scegliere.
Per quanto riguarda la postura, esercizi di stretching e mobilità globale vanno benissimo per dare armonia al nostro corpo. Quindi, per inziare, stretching dei grandi muscoli e mobilità del rachide in toto.
Consiglio anche semplici esercizi di respirazione per attenuare lo stress della vita moderna.
Sul campo alimentare la regola base è “la quantità fa il veleno”. Le famiglie dei principali nutrienti sono tre: carboidrati, grassi e proteine. Consiglio di non eliminarne nessuno ma di assumerli in modo bilanciato, strizzando l’occhio a frutta e verdura di stagione.
Non bisogna dimenticarsi dell’acqua, la sostanza principale del nostro corpo. Specialmente mentre ci si allena portare con sè una bottiglietta d’acqua è una buona abitudine.
E per finire la cosa più importante: il riposo. Dormire ha un’azione rigenerante, è una cosa fondamentale per stare bene.

Seguendo poche e semplici accortezze si potrà così riuscire a costruire la propria efficienza corporea, per poi passare al secondo gradino con esercizi e alimentazione mirata.

Questa è la mia visione della base della piramide del fitness.

 

 

Riccardo Redina
Personal Trainer

r.redina@gclubtorribianche.it

Cell: 347-8079820

riccardo_pt