Gclub Logo

GClub è la tua palestra a Vimercate!

Vieni a trovarci! ad aspettarti troverai sale fitness, piscina, spa e un beauty center per prenderti cura di te.

In forma, divertendosi!
Passione, professionalità e tecnologia GClub.

039 668461 Via Torri Bianche, 22 – Vimercate (MB) 20871 LUN – VEN: dalle 7.00 alle 22.00 SAB: dalle 8.00 alle 18.00 DOM: dalle 8.00 alle 14.00

Seguici sui nostri social

Fitness App: sempre la scelta migliore? – Riccardo Redina P.T.

Nel mercato del digitale anche la categoria fitness ha una lunga lista di applicazioni. Alcune tengono in memoria dei parametri, ad esempio tracciano le variazioni del peso corporeo, altre fungono da trainer virtuale, proponendo schede ed esercizi.
Durante l’ultimo anno di pandemia e conseguente chiusura palestre, è aumentato anche il numero di trainer che vendono soluzioni on-line a basso prezzo.
Ma fino a che punto il virtuale può aiutarci?
Può realmente indicarci la strada migliore?

Per quanto mi riguarda penso che nessun programma di allenamento pre-impostato possa sostituire la conoscenza e l’esperienza di una persona esperta nel settore.
Il corpo umano è molto complesso e ogni persona è diversa da un’altra, non siamo dei robottini costriuti in serie.
Parametri come età, percentuale di massa magra, atteggiamenti posturali, esperienza di allenamento, stile di vita, influiscono molto sulla tipologia di allenamento e alimentazione da seguire.
Per questo motivo non può esistere la stessa scheda di allenamento uguale per tutti, ma deve essere specifica per ogni persona.

Il mondo fantastico di internet fa leva sempre sulla stessa cosa: la facilità di ottenere un risultato.
Seguire un semplice e divertente programma di allenamento per raggiungere i nostri obiettivi.
Ed è con questa falsa promessa che spuntano fuori annunci di app per dimagrire, challenge, influencer, e anche aziende del settore fitness che propongono la soluzione chiavi in mano.
Ma la realtà è ben diversa….
Vi faccio un esempio.

Mondo fantastico: Mario pesa 90kg, non si è mai allenato e vuole perdere peso. L’applicazione gli propone la scheda principiante. Mario dimagrisce.

Anna pesa 55kg, al momento segue una dieta ideata da lei con le informazioni trovate sui social e vuole tonificare. Il trainer virtuale le propone la scheda intermedia. Anna raggiunge il suo obiettivo.

 

Ma noi viviamo nel mondo reale, dove le cose sono ben diverse.

  • Mondo reale di Mario: pesa 90kg, ha 50 anni e non si è mai allenato, se non per un breve periodo dove ha seguito un programma di recupero muscolare post infortunio al ginocchio sx. Lavora in ufficio e lamenta dolore alla schiena a fine giornata. Ha il 22% di massa grassa. Fuma 15 sigarette al giorno. Vuole perdere peso.La scheda principiante uguale per tutti i presunti principianti sarà ottimale per lui?

Secondo me dopo un primo periodo di entusiasmo Mario abbandonerà, perchè i suo dolori aumentarenno a causa di movimenti scorretti. Gli allenamenti risulteranno faticosi perchè non è stato tenuto conto della sua poca efficienza aerobica causata dal fumo, dalla sedentarità e dai kg di massa grassa.

  •  Mondo reale di Anna: pesa 55kg, ha 40 anni, segue una dieta ideata da lei con le informazioni trovate sui social che, inconsapevolmente, è inferiore al suo fabbisogno. Come allenamento fa lunghe camminate veloci. Non riposa bene e a fine giornata sente le gambe molto fredde. Come obiettivo vuole tonificare, e per tonificare intende togliere la ritenzione sulle gambe.

L’allenamento a ciurcuito che va tanto di moda proposto dal trainer virtuale sarà realmente adatto a lei?

Secondo me anche Anna, dopo un primo periodo di entusiasmo abbandonerà, perchè il circuito proposto sarà troppo faticoso per lei, visto che sta seguendo una dieta troppo restrittiva. In più quella ritenzione che voleva togliere aumenterà perché lo stress dell’allenamento a circuito sulle gambe sarà eccessivo.

 

Ripeto, noi siamo persone. Con i nostri punti forti e punti deboli.

Abbiamo una fisiologia che è estremamente personale. L’allenamento e l’alimentazione da seguire devono essere personalizzati per avere successo.

Non voglio fare di tutta l’erba un fascio, quindi concludo il post spezzando una lancia a favore del virtuale.

Ci sono app che risultano molto utili nel tracciare alcuni parametri di riferimento, e ci sono trainer molto capaci che fanno un ottimo lavoro anche on-line.

Il messaggio che voglio trasmettere è che spesso quando le soluzioni sono facili non sono soluzioni valide.

 

Riccardo Redina
Personal Trainer

r.redina@gclubtorribianche.it

Cell: 347-8079820

riccardo_pt